DOPO il PARTO

Quando

diventavo mamma io, il CORDONE OMBELICALE , secondo l'usanza toscana, una gentile usanza, veniva sotterrato sotto un rosaio, i tempi sono cambiati ed ora sappiamo che il cordone ombelicale è una miniera di cellule  molto speciali perché possono trasformarsi in altre cellule, specialmente in cellule sanguigne, che diventeranno preziose per guarire tante persone da tante malattie. Ormai il cordone ombelicale non finisce  sotto un roso ma tra i rifiuti ospedalieri a meno che…….

Ci sono delle banche del cordone ombelicale a cui si può donare lo stesso che verrà messo….in cassaforte, 196 gradi sotto zero, e serbato per usarlo con persone malate. Ma non tutte le cliniche né tutti gli ospedali sono attrezzati e allora, che cosa possiamo fare? 

Prima del parto, la presto mamma e noi, parenti e conoscenti, facciamo sapere al ginecologo della clinica o al personale infiermeristico,  che si intende donare il CORDONE OMBELICALE a una Banca del Cordone ombelicale, e chiediamo che questi operatori si interessino , qualora la BANCA sia lontana, su come far arrivare a destinazione il Cordone Ombelicale in tempo utile per essere depositato e conservato.

Credo che la prima banca del cordone ombelicale in Italia fu aperta in un piccolo centro della Sicilia e forse è stata anche la prima banca del genere di tutto il mondo.

In certi Paesi esistono queste banche ma l'uso delle cellule tanto preziose, è….commerciabile, va pagato, in Italia no, e questo va a onore di questa nostra Nazione tanto dileggiata dai soliti  furbastri.

Buona serata da

nonna nedda

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

3 risposte a DOPO il PARTO

  1. NonnaPerNonni ha detto:

    Ciao Nonna Nedda, mi è piaciuto questo post, semplice e completo, che tratta di un argomento davvero utile alla Società.

    Mia Figlia ha donato il cordone in entrambi i parti che ha avuto e si rammarica di non aver saputo prima che avrebbe potuto anche assicurare ai Suoi Figli un futuro più sereno, sottoscrivendo un'assicurazione con una banca del cordone svizzera per garantire eventuali necessità di cellule staminali dei Bambini per 30 anni.

    Davvero Ti faccio i miei complimenti per l'età e per la capacità di gestire questo Tuo blog.
    Sono contenta di averTi incrociato nel web, anche io sono una Nonna pur se con pochi anni di meno…

    Un abbraccio affettuoso, ciaooooooooooooo
    Angela

  2. brunamaria ha detto:

    Un omaggio floreale a te, mia prima e cara amica blogger. Non
    smetti mai di stupirmi! Molto bello l'argomento di questo post.
    Ti ringrazio per essere passata da me e per il commento che mi hai lasciato.
    Padre Turoldo è stato un grande personaggio, Angela ha lasciato un bel commento nel mio blog…
    Auguri per una serena notte ed un amichevole abbraccio..Bruna. 
    ciaooooooooooooo

  3. MGD ha detto:

    Bellissimo questo post ….è una bella cosa questa , molto utile
    ciaooo ciaooo
    un abbraccio
    Magda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...