INVENTARSI un LAVORO

Più volte

ho scrittodei giovani disoccupati. Ripeto ciò che ho scritto in passato con qualche….aggiunta.

Noi adulti ed anziani dobbiamo farci carico, nei limiti delle nostre forze  di questo problema sociale.

Il giovane precario non può fare progetti per il suo futuro, "senza lilleri non si lallera" dicono a Firenze.

Senza un guadagno abbastanza regolare, i giovani non  possono  progettare di farsi una famiglia, sentirsi parte attiva della società, imparare a gestire il denaro cosa che non possono fare se si trovano a carico della famiglia di origine, sentendosi un peso e quindi non godono del troppo tempo libero, vivere senza impegni non dà alcuna gioia perché la gioia vera si prova quando abbiamo lavorato, cioè abbiamo pouto spiegare le nostri capacità, riceverne il necessario per vivere.

Allora che si fa?

Io posso solo scrivere o parlare del problema, oltre a ciò non posso andare. Ma l'esperienza di una persona anziana ocme me vale pure qualcosa, altrimenti sarei vissuta senza impare nulla.

Ho già scritto  e mi ripeto; i giovani possono trovare in loro stessi la forza per escogitare qualche lavoro, insieme studiare a fondo l'ambiente in cui vivono, dov'è collegato il paese,  raccogliere notizie dagli anziani, notizie di ogni genere perché dalla ricca messe i giovani possono trovare incentivi e IDEE nuove, frequentare le biblioteche pubbliche dalle quali trarre informazioni storiche, conoscere luoghi o personaggi che hanno fatto la storia del paese, fotografare il paesaggio, studiare l'orografia del territorio, promuovere la rivalutazione di luoghi interessanti ,

andare a raccogliere la frutta che altrimenti marcisce sotto o sopra la pianta.

Ora è tempo di castagne, frutto umile ma assai importante. Qui i castagni vivono da decine d'anni dimenticati dai proprietari ed anche dai cittadini che una volta venivano in Casentino a cercare  more, castagne, funghi

 Ora i funghi sono inesistenti, tanto è stato il vandalismo di chi ha sconvolto l'habitat dei funghi.

Potrebbero i giovani offrire  la loro opera per piccole riparazioni in casa,  per sistemare la legna , lucidare le targhe d'ottone , i pomoli dei portoni, fare catena per segnalare auto polverose e offritevi di pulirle in loco,, senza ricorrere a complicati impianti, sapone, acqua, secchio e spugne ed ….olio di gomito.

Si facciano animo, chiedere lavoro non è vergogna . Giovani, preparatevi a discuterne in gruppo, , una noce sola non fa rumore, tante noci lo fanno e significano guadagno.

Pensate  che una bella donna , con titolo di studio, ha riportato  sulla scena un lavoro che nessuno vuol fare più; nelle vie molto trafficate di non so quale città, si …posiziona con l'occorrente in un luogo e serve i clienti, quelli che magari calzano scarpe di 500euro, lei gliele fa torrnare scintillanti, come nuove.

Non scoraggiatevi, giovani, unite i vostri talenti e….qualcosa nascerà.

Non illudetevi oltre che qualcuno risolva il vostro problema, né da Roma né da qualsiasi altra parte arriverà 

la manna.

Auguri di cuore da

nonna nedda

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...