Dedicato al tribuno della padania

Invito Umberto Bossi

a leggere la storia del risorgimento italiano perché ci trovi motivo di cambiare la sua opinione sulla gente del Sud Italia.Nei libri di scuola ci sono molte realtà taciute, altre falsate e se si può costringere i giovani a studiare "quella " stiria, non è ammissibile che un adulto non cerchi di conoscere la verità al posto di tante bugie.

Quando i piemontesi arrivarono , subito dopo Garibaldi, nel Regno delle Due Sicilie, applicarono a quei territori le leggi piemontesi e quelle popolazioni perdettero anche quei pochi diritti di cui avevano goduto fino allora, inoltre, come risulta in una lettera di Garibaldi ad Adelaide Cairoli, "……la PRESSIONI FISCALE era sconosciuita durante il regno dei Borboni………" io aggiungo che durante la prima  guerra mondiale furono molti  i "cafoni" caduti

nelle battaglie per i….SAVOIA. .

E,  "sotto" i Borboni non esisteva nemmeno l'obbligo per i giovani a prestare il servizio militare

Esorto l'Umberto nazionale a leggere "La mula del re," racconto di Giovanni Verga, capirà quanto ci avevano guadagnato i meridionali passando dai Borboni ai Piemontesi.

Ciao, Umberto, 

nonna nedda

che recita il "mea culpa", anch'io non conoscevo la Storia, non conoscevo il Sud ed ero piena di schiocchi pregiudizi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Dedicato al tribuno della padania

  1. brunamaria ha detto:

    Nedda carissima, grazie per la visita ed il commento. Mi hai fatto un regalo
    Ti auguro tanto bene e ti mando un amichevole abbraccio. Bruna.  ciaoooooooooooooooo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...