Il RITORNO trionfale ed ecologico della PLASTICA.

Non
si dirà più “plasticaccia con tono sprezzante e schifato, si dirà, in un futuro prossimo, AMICA plastica! Uomini e donne di buona volontà amiche dell’ambiente , CERCANO di riusare le bottiglie di plastica vuote per creare OGGETTI belli ed utili senza sottoporre la plastica a lavorazioni inquinanti. Si fanno e si sperimentano….barche ,arredi, vasche da bagno, piscine , piccoli mulini a vento (ogni nonno potrebbe costruirne uno per i nipotini…..
La bottiglia che galleggia sugli oceani E SI TROVA ABBANDONATA OVUNQUE, potrebbe essere riadattata, lasciandola così come è nata. La sua cattiva fama di essere di difficile smaltimento ( e quasi mai senza ulteriore inquinamento dell’ambiente, diverrà un pregio perché quale altra materia prima avrebbe la duraTa della plastica? E quale materia prima per quanto umile, verrebbe a costare meno della plastica?
Ricordo che una quarantina di anni fa andava di modo arredare le stanze da letto con letti ad acqua! Una specie di sacco di plastica ripieno d’acqua! Il peso spropositato che grava sui pavimenti ed altre magagne fecero sì che di letti ad acqua nessuno parla più.
Ma le bottiglie di plastica potrebbero costituire una novità positiva perché uno strato di bottiglie sia vuote che piene d acqua
basterebbe e l’effetto “mal di mare” non si avrebbe perché le bottiglie saranno sigillate l’una all’altra.
Anche una mini piscina per i nipotini i nonni potrebbero costruire, servendosi sempre e solo di bottiglie di plastica.
Fino a qualche decine d’anni fa c’erano i raccoglitori di scatole di cartone in futuro forse farò in tempo a vedere RACCOGLITORI di bottiglie di plastica.
chi mi conosce sa già che confido nel domani, che ho fiducia nei miei simili , che spero sempre in qualche cambiamento in meglio e quando i fatti mi danno ragione, mi sento confermata nella speranza.
Buon proseguimento di serata da
nonna nedda

Pubblicato in Uncategorized | 1 commento

CERTALDO

CERTALDO.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

CERTALDO

CERTALDO.

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

CERTALDO

CERTALDO
è un bellissimo borgo toscano dove è sepolto il grande novellatore e fustigatore dei religiosi del suo tempo, Giovanni Boccaccio
Il suo capolavoro è il DECAMERONE che all’epoca dei miei studi era all’indice, cioè ne era vietata la lettura ai cattolici “disciplinati”, pena peccato mortale. E perché?
Il libro mette in berlina l’ipocrisia di preti , frati e monache , perché ne rivela i vizi, sopratutto di natura sessuale.
Sono contenta di aver conosciuto il Decamerone in età adulta perché prima, senza esperienze di vita personali, non ci avrei capito granché.e quindi non mi sarei divertita leggendo le Novelle perché mi mancava la…cognizione di causa..
La vis comica che si trova nel Decamerone non ha perduto la sua forza dopo nove secoli.
Chi non l’ha mai letto, se lo procuri, è un antidoto contro la noia o lo sconforto!
E poi, dopo letto, o prima ancora di leggerlo, visitate Certaldo che vmantiene tutte le caratteristiche medioevali, sta come fuori dal tempo, e vi PARLERA’ di Giovanni , vi sembrerà di vederlo apparire in uno dei vicoletti erti del borgo, o far capolino da una finestrella,o fuori dalle mura, dove c’è tanto sole.
PER incorniciare il borgo, riporto parte di una lettera che il Boccaccio scrisse ad un amico letterato sul finire della sua vita “pubblica”, vi sembrerà scritta da una persona vivente nella nostra epoca.

“…….Io, secondo il mio proponimento del quale vi ragionai, sono tornato a Certaldo, e qui con troppo meno difficoltà che non estimava di potere, a confortare la mia vita, e comincioronmi già i grossi panni a piacere e le contadine vivande: e il non vedere le ambizioni e le spiacevolezze e i fastidi dei nostri cittadini mi è di tanta consolazione nell’anima, che se io potessi fare senza udirne cosa alcuna, credo che il mio riposo crescerebbe assai.
In iscambio dei solleciti avvolgimenti e continui dei cittadini, veggio campi, colli et alberi di fronde e di fiori varii rivestiti, cose semplicemente dalla natura prodotte, dove, ne’ cittadini sono tutti atti fittizi; odo cantare gli usignoli e gli altri uccelli con non minor diletto, che fosse già la noia di udire tutto il dì gl’inganni e le dislealtà dei cittadini nostri.
e con i miei libriccioli quante volte me ne viene, senza alcun impaccio posso liberamente ragionare……….=

Vi siete affaticati a leggere la nostra lingua ancora fanciulla?

Se qualche visitor non ha capito tutto il discorso di Giovanni, me lo dica e lo riscriverò in forma moderna.

Buona serata da
nonna nedda

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Per l’angolo dei più piccoli

Uno, due tre,
la Beppina la fa il caffè
e lo fa con la cioccolata,
la Beppina è mezza matta!
Buon fine di settimana da
nonna nedda

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

NUOVE ISOLE negli OCEANI, isole di morte.

Lo scrittore M. Moore
ha titolato un suo libro:stupido uomo bianco.Stupido per molti motivi, non ultimo quello di abbandonare dietro i propri passi tanta spazzatura da creare delle….isole. Prima si parlava e si scriveva del Pacific Trans Vortex ora leggo che anche l’Oceano Atlanitico ha la sua isola di spazzatura. Quella del Pacifico è lunga e larga 20 kilometri e profonda trenta metri quella dell’Atlantico non so quant’è grande. l’ottanta per cento dell”isola “pacifica” consiste in plastica, il resto di altri materiali che vorranno secoli per disintegrarsi.
Vedo come un miracolo il fatto che le correnti hanno spinto la spazzatura a formare delle isole di morte, gli abitanti del mare potranno…girare al largo e non restare strangolati o avvelenati dai nostri rifiuti.
QUANTO TEMPO DURERà ANCORA QUESTO SCEMPIO?? Se l’uomo non interviene ci vorranno secoli per decomporre quei rifiuti.
Aspetteremo che la NATURA rimedi al danno fatto da noi? Oh! non le manca sicuramente la forza però ha i suoi tempi, lontani anni luce dai nostri tempi! E allora?
Eppure gli uomini ( e le DONNE )di buona volontà non mancano e lavorano nella giusta direzione.
Le donne che vivono presso la laguna Tacarigua in Venezuela raccolgono la plastica che considerano una materia prima secondaria, quindi utile per fare delle cose belle e buone. Con le bottiglie di plastica si possono anche costruire persino CASE e CHIESe.
E’ l’Amore che muove e fa vivere il pianeta, dobbiamo ringraziare e ricambiare.
Buona serata da
Nonna nedda

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

Ancora LIBRI – la VENDETTA

Riservato
a persone della QUARTA età ed ai loro familiari.
Nel libro “Gli uomini muoiono, le donne invecchiano” si parla naturalmente dei problemi dell’invecchiamento.
L’autrice, Ada Fonzi espone le sue riflessioni e porta molti esempi convincenti su come la vecchiaia va affrontata con impegno, da parte degli interessati e dei familiari.
Una signora di 82 anni, rimane vedova e, secondo il figlio ansioso, si comporta stranamente, infatti alle volte esce da sola o passa un pomeriggio al cinema, cose innocenti e non pericolose.
Il figlio la stressa ricordandole continuamente che lui sta in apprensione, che lei è incosciente a farlo stare in ansia, che è meglio se entra in una casa di riposo per anziani così lui può ritrovare la pace
La madre alla fine non resiste più ed entra nella casa di riposo. La signora si comporta normalmente con tutti coloro che le stanno vicini ma quando arriva il figlio a farle visita NON lo RICONOSCE e gli dice: cosa vuole da me? io non la conosco.Il figlio pensa che sia svanita del tutto ma un giorno la madre dice di non conoscerlo e gli chiede di non tornare, di non DISTURBARLA più
Il figlio la lascia scorato ma fa in tempo a scoprire che sul volto della madre aleggia un’espressione di sarcasmo vittorioso!
Cari visitors, vi lascio l’augurio di buona serata e mi permetto di sollecitare un vostro commento anche se breve
nonna nedda

Vi ricordo di sorridere!

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento